News

COSME: 25,5 milioni di € per gemellaggi, consorzi e digitalizzazione

Synetich Srl

Il Cosme fa parte di quei progetti avviati dall'Unione Europea con l'obiettivo di dare attuazione alle politiche dell'Unione in varie aree tematiche mediante la cooperazione tra soggetti appartenenti a più Paesi dell'Unione (e anche a Paesi terzi). Nello specifico, il Cosme (Competitiveness of Enterprises and SMEs) è finalizzato a incrementare la competitività delle imprese, con particolare riferimento alle PMI, incoraggiando una cultura imprenditoriale e promuovendo la creazione di nuove imprese.
Durante il 2020 sono stati pubblicati alcuni bandi, con scadenza fissata tra gennaio e febbraio 2021, di interesse per 5 aree tematiche:

  • Connettere le città;

  • finanziamenti per gli appalti pubblici;

  • promuovere la digitalizzazione del settore turistico;

  • sviluppare alleanze per l'innovazione tecnologica;

  • creazione di alleanze per semplificare gli appalti pubblici.

Per i cinque bandi, cui possono partecipare anche enti locali attraverso le aggregazioni che presentano le proposte alla Commissione, sono stati stanziati 25,5 milioni di euro; inoltre, ogni bando fissa i requisiti minimi che l'aggregazione deve avere per poter essere considerata ammissibile e si segnala che, di norma, il contributo “offerto” copre fino al 90% dei costi ammissibili.

 
I cinque progetti

Connettere città ed ecosistemi: i partenariati europei di cluster strategici (reti di soggetti pubblici e privati) contribuiscono al potenziamento delle competenze dei gestori di cluster verso servizi di sostegno alle PMI a valore aggiunto, sostegno dello sviluppo e dell'attuazione di un portafoglio dotato di nuovi servizi per i membri dei cluster, comprese le attività di rafforzamento della collaborazione interregionale e dello sviluppo di partenariati attraverso le catene del valore. I progetti, inoltre, possono prevedere l'organizzazione di gemellaggi, attività di collaborazione, networking, apprendimento e cooperazione. La dotazione finanziaria del bando è di 6 milioni di euro e la scadenza è prevista per il 2 febbraio 2021.

Cofinanziamento di consorzi per appalti pubblici: il bando è stato ideato con l'obiettivo di dare impulso all'acquisizione di soluzioni innovative e alla diffusione di good practices in tema di appalti presso un numero crescente di acquirenti. I finanziamenti riguardano la creazione di portali telematici dedicati e la partecipazione a forum specifici di acquirenti pubblici, non tralasciando la diffusione di informazioni utili. Per questo bando, la dotazione finanziaria è di 5 milioni di euro, mentre la deadline è fissata al 19 gennaio 2021.

Digitalizzazione del settore turistico: attraverso questo bando, l'obiettivo della Commissione europea mira è duplice: sostenere la trasformazione digitale degli imprenditori del settore turistico, soprattutto Pmi e startup, e a promuovere l'innovazione lungo la catena del valore del turismo mediante l'integrazione delle imprese turistiche in ecosistemi di innovazione transnazionali e interregionali ad hoc e di partenariati territoriali.
I progetti devono favorire il sostegno alle imprese turistiche mediante:

  • sviluppo delle competenze;

  • formazione;

  • coaching;

  • assistenza tecnica;

  • prototipazione;

  • matchmaking aziendale;

  • consulenza finanziaria;

  • sensibilizzazione.

I fondi ammontano a 8 milioni di euro e la scadenza del bando è prevista per l'11 febbraio 2021.  

Alleanze strategiche per l'innovazione nelle piccole e medie imprese: il bando ha lo scopo di dare impulso alla creazione di alleanze strategiche tra istituzioni, imprese, mondo accademico e cittadini per sfruttare il potenziale delle tecnologie avanzate. Tale attività è finalizzata ad accelerare l'innovazione, la modernizzazione industriale, i modelli di business innovativi e il miglioramento delle competenze e della forza lavoro tra le piccole e medie imprese europee, contribuendo, inoltre, sia all'elaborazione, sia all'attuazione efficiente di politiche industriali smart e di un mercato unico moderno. Il bando in questione ha una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro e scade il 2 febbraio 2021.

Creare legami per appalti pubblici innovativi: questo bando ha come obiettivo quello di sviluppare la figura del facilitatore per mediare un piccolo numero di appalti pubblici di prodotti o servizi innovativi e per dimostrare l'efficacia del modello di cooperazione. I risultati dei progetti saranno poi analizzati al fine di ottimizzare una migliore inclusione delle Pmi e delle startup. È stato stanziato, per questo bando, 1,5 milioni di euro, e la deadline per presentare domanda è prevista per il 25 febbraio 2021.

 

Linkografia: