Se la documentazione amministrativa presenta una marcatura temporale diversa nel numero di serie identificativo, rispetto a quello precedentemente comunicato al sistema, va disposta l’esclusione dell’offerente?

Federica Dascoli





Risposta negativa arriva dal Tar Sardegna, Cagliari, sez. I, 29 novembre 2018, n. 998, che ritiene ammissibile il soccorso istruttorio.


 " il motivo dell'esclusione riguarda esclusivamente la fase della (successiva) presentazione della documentazione amministrativa da allegare alla domanda di partecipazione, che la stazione appaltante ha ritenuto irricevibile per la divergenza riscontrata tra il numero seriale identificativo della marca temporale apposta sul file di documentazione amministrativa (documentazione amministrativa.zip), e il numero seriale inserito al fine di caricare a sistema il medesimo file.

Tuttavia, tale discrasia, lungi dal consentire l'adozione di un provvedimento finale di esclusione dalla procedura di gara, costituisce, piuttosto, il presupposto per l'esercizio del dovere di soccorso istruttorio disciplinato, nei procedimenti di affidamento di contratti pubblici, dall'art. 83, comma 9, del d.lgs. n. 50/2016, che impone alla stazione appaltante di attivarsi per consentire all'operatore economico partecipante alla procedura di gara, di rendere, integrare o completare la documentazione amministrativa prevista dal bando, purché tale integrazione non riguardi gli elementi attinenti all'offerta tecnica o economica. Il comma 9 dell'art. 83 cit. prevede, infatti, che attraverso la procedura di soccorso istruttorio l'offerente possa rimediare anche alla mancanza di qualsiasi documentazione richiesta dalla lex specialis («Le carenze di qualsiasi elemento formale della domanda possono essere sanate attraverso la procedura di soccorso istruttorio di cui al presente comma. In particolare, in caso di mancanza, incompletezza e di ogni altra irregolarità essenziale degli elementi e del documento di gara unico europeo di cui all'articolo 85, con esclusione di quelle afferenti all'offerta economica e all'offerta tecnica [...]»).

Pertanto, è irrilevante che il disciplinare di gara avesse previsto espressamente, per il caso di specie, l'esclusione dalla gara, giacché la disciplina del soccorso istruttorio si inserisce proprio in quella fase del procedimento amministrativo che inizia col rilievo di una ipotesi sussumibile tra quelle che potrebbero portare alla adozione di un provvedimento di esclusione, consentendo agli interessati di eliminare le carenze della documentazione di gara (fatte salve le ipotesi di non sanabilità, come individuate dall'art. 83 cit.), paralizzare gli effetti della causa di esclusione, ed essere ammessi alla procedura (semplicemente la clausola era nulla n.d.r.).

La stazione appaltante avrebbe dovuto (e dovrà, in esecuzione della presente sentenza) adempiere al dovere di soccorso istruttorio, nei termini sopra delineati; e solo all'esito di tale procedimento potrà eventualmente disporre l'esclusione, ove riscontri un'ipotesi di insanabilità della irregolarità della documentazione caricata nel sistema (irregolarità che non può essere costituita, come si è già veduto, dalla difformità tra il numero seriale della marca temporale apposta sul file di documentazione amministrativa e il numero seriale inserito in fase di upload).

In conclusione, il ricorso deve essere accolto".




Fonte:




Redazione Synetich

Articoli precedenti

 

Ti interessa una formazione sul tema degli appalti?

Ecco il Calendario con i Prossimi Appuntamenti:


AOSTA: Dal 17 ottobre al 5 dicembre presso la Sala Congressi dell'Hotel HB Aosta Via Malherbes 18/A - Con il Patrocinio dell'Ordine degli Ingegneri di Aosta - Previsto riconoscimento dei Crediti Formativi Professionali per gli Ingegneri Programma del Corso


Richiedi informazioni alla email altaformazione@synetich.com oppure contatta la nostra segreteria allo 011/263780

 

 

 

Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer