Quando vanno depositati il contratto e la certificazione sul possesso dei requisiti?

Federica Dascoli

In via generale, il subappalto attiene alla fase di esecuzione del contratto, rappresentando solo una possibile modalità di adempimento delle prestazioni oggetto dell'appalto aggiudicato. 
Il Codice dei contratti pubblici, all'art. 105, comma 7, stabilisce che il contratto di subappalto va depositato almeno 20 giorni prima dell'inizio delle prestazioni e che solo a quel momento va trasmessa la certificazione attestante il possesso dei requisiti di qualificazione e l'assenza dei motivi di esclusione ex art. 80 dello stesso T.U. 50/2016; l'eventuale incompletezza dei DGUE dei subappaltatori, da inserire nella busta A, pertanto, non è tale da determinare l'esclusione dalla gara dell'offerente, ma eventualmente può precludere solo la possibilità di esercitare la facoltà di subappalto, non essendo in discussione peraltro il difetto dei requisiti di qualificazione di quest'ultimo in relazione alle prestazioni oggetto di subappalto c.d. facoltativo; inoltre, l'offerente può, a seguito del soccorso istruttorio, indicare la terna di subappaltatori (in tal senso, TAR Napoli, 24.04.2018 n. 595).

Fonte:
www.sentenzeappalti.it

Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer