Più semplice raccordare bilanci e appalti

Federica Dascoli


L'ottavo decreto correttivo della nuova contabilità (dlgs 118/2011) punta rendere più semplice il raccordo fra il bilancio e gli appalti di lavori pubblici. Il testo, licenziato mercoledì scorso dalla Commissione Arconet e in attesa di pubblicazione, introduce numerose novità, soprattutto per quanto concerne l'impatto contabile della progettazione e della realizzazione delle opere.

In primo luogo, viene disciplinata la registrazione del livello minimo di progettazione richiesto per l'inserimento di un intervento nel programma triennale e nell'elenco annuale. Parliamo, quindi, di opere di taglio pari o superiore a 100 mila euro: in tali casi, le spese di progettazione devono essere registrate a bilancio prima dello stanziamento riguardante l'opera cui la progettazione si riferisce. Per tale ragione, affinché la spesa di progettazione possa essere contabilizzata tra gli investimenti, è necessario che i documenti di programmazione dell'ente (e segnatamente il Dup) individuino in modo specifico l'investimento a cui la spesa di progettazione è destinata, prevedendone altresì le necessarie forme di finanziamento.

Per leggere l'articolo completo clicca sul seguente link.

Fonte:

www.giustizia-amministrativa.it
www.italiaoggi.it

Ti interessa una formazione sul tema degli appalti?
Ecco il Calendario con i Prossimi Appuntamenti:
 
TORINO: Dal 02 ottobre al 20 novembre (tutti i martedì) presso la Sala Conferenze del Grattacielo Lancia Via V. Lancia 27 Programma del Corso - Previsti 48 Crediti Formativi Professionali per gli Ingegneri.
AOSTA: Dal 17 ottobre al 5 dicembre - Sede in via di definizione Programma del Corso

Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer