Inviti a rotazione e appalti sotto soglia

Federica Dascoli



Per gli appalti di servizi al di sotto dei 221mila euro si applicano soltanto i principi generali e non le altre e più dettagliate disposizioni previste per le gare sopra soglia Ue. E' quanto ha affermato il Tar Puglia, Lecce, sezione prima con la sentenza del 5 luglio 2018 n.1104  in merito all'affidamento di appalti di servizi di importo inferiore alla soglia di rilievo europea.

La disciplina della materia è contenuta nell'articolo 36, comma 5 del decreto 50/2016 che per questo tipo di appalti (servizi) di valore inferiore a 221mila euro prescrive «il rispetto dei principi di cui agli articoli 30, comma 1, 34 e 42, nonché del rispetto del principio di rotazione degli inviti e degli affidamenti e in modo da assicurare l'effettiva possibilità di partecipazione delle microimprese, piccole e medie imprese».

Il richiamo è alla necessità di assicurare «la qualità delle prestazioni», lo svolgimento delle attività nel «rispetto dei principi di economicità, efficacia, tempestività e correttezza» e l'affidamento dei contratti perseguendo «i principi di libera concorrenza, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità, nonché di pubblicità con le modalità indicate nel presente codice».


Per leggere l'articolo completo clicca sul seguente link.

Fonte:

www.giustizia-amministrativa.it
www.italiaoggi.it

Ti interessa una formazione sul tema degli appalti?
Ecco il Calendario con i Prossimi Appuntamenti:
 
TORINO: Dal 02 ottobre al 20 novembre (tutti i martedì) presso la Sala Conferenze del Grattacielo Lancia Via V. Lancia 27 Programma del Corso - Previsti 48 Crediti Formativi Professionali per gli Ingegneri.
AOSTA: Dal 17 ottobre al 5 dicembre - Sede in via di definizione Programma del Corso

Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer