Criteri ambientali minimi nei bandi di gara

Federica Dascoli




I bandi di gara nelle procedure d'appalto devono contenere criteri ambientali minimi. In particolare, le specifiche tecniche e le clausole contrattuali vanno inserite integralmente nella documentazione di gara. Per quanto riguarda i criteri progettuali, cioè le specifiche tecniche, queste vanno inserite nel capitolato speciale d'appalto. La stazione appaltante può, quindi, inserire nella documentazione di gara uno o più dei criteri premianti presenti nel documento Cam (criteri ambientali minimi), ma non ignorarli. Fermo restando che può elaborarne di nuovi e/o più stringenti. Queste risposte sono fornite, con una serie di faq datate 15 novembre 2018, dal ministero dell'ambiente; chiarimenti sui criteri ambientali per nuove costruzioni, ristrutturazioni e manutenzione di edifici pubblici, adottati col decreto ministeriale dell'11 ottobre 2017 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 6 novembre 2017 n. 259).

Messa a gara del progetto esecutivo. La stazione appaltante, deve mettere a gara il progetto esecutivo o, in caso di lavori, deve avere un progetto esecutivo già conforme ai Cam. L'appaltatore deve eseguire quanto previsto dal progetto esecutivo esistente e a suo carico può rimanere l'esecuzione di disegni di dettaglio come i particolari costruttivi. In caso di lavori, la definizione di «un piano per il controllo dell'erosione e della sedimentazione per le attività di cantiere» o di «un piano per la gestione dei rifiuti da cantiere e per il controllo della qualità dell'aria e dell'inquinamento acustico durante le attività di cantiere», attengono alla fase di progettazione e devono costituire parte integrante del progetto approvato e messo a gara. Se questi documenti non sono inseriti nella documentazione di gara ma vengono redatti successivamente costituiscono una variante al progetto. Allo stesso modo, dovrebbero essere individuati in fase di progetto i luoghi per gestione e ricollocamento delle terre di scavo, lasciando all'impresa l'eventuale possibilità di scelta tra più alternative. Se non fosse possibile assolvere alle prescrizioni del dm 11 ottobre 2017 per assenza di cantieri riceventi, sarebbe compito della SA dimostrarlo e giustificarlo e non dell'impresa.

Leggi l'articolo completo al seguente link

Fonte:
www.italiaoggi.it
 

Redazione Synetich

 

Ti interessa una formazione sul tema degli appalti?
Ecco il Calendario con i Prossimi Appuntamenti:

 

TORINO: Dal 02 ottobre al 20 novembre (tutti i martedì) presso la Sala Conferenze del Grattacielo Lancia Via V. Lancia 27 - Previsti 48 Crediti Formativi Professionali per gli Ingegneri Programma del Corso  

 

AOSTA: Dal 17 ottobre al 5 dicembre presso la Sala Congressi dell'Hotel HB Aosta Via Malherbes 18/A - Con il Patrocinio dell'Ordine degli Ingegneri di Aosta - Previsto riconoscimento dei Crediti Formativi Professionali per gli Ingegneri Programma del Corso

 

Richiedi informazioni alla email altaformazione@synetich.com oppure contatta la nostra segreteria allo 011/263780

 

Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer