Appalti pubblici, l'offerta economicamente più vantaggiosa è davvero il modo più efficace di selezione del contraente?

Federica Dascoli




Ecco l'analisi fatta dal quotidiano online ITALIA OGGI

Il vigente codice degli appalti pubblici (dlgs 50/16) ha ridotto in tutti gli ambiti, compreso quello della sanità, l'ambito di discrezionalità delle stazioni appaltanti in merito alla scelta del criterio di aggiudicazione delle gare.
Rispetto al passato, in cui l'art. 81 del dlgs 163/06 stabiliva un'equivalenza tra il criterio del prezzo più basso e quello dell'offerta economicamente più vantaggiosa per miglior rapporto qualità/prezzo (Oepv), l'art. 95 del dlgs 50 ha valorizzato l'Oepv quale modalità ordinaria, se non addirittura obbligatoria, per l'individuazione del miglior contraente.
Di contro, il criterio del prezzo più basso è stato confinato a ipotesi residuali in cui i benefici derivanti da un confronto concorrenziale basato sul rapporto qualità/prezzo appaiano nulli o comunque trascurabili. La limitazione alla libertà di scelta delle stazioni appaltanti emerge, altresì, dall'onere motivazionale rafforzato per procedere secondo il metodo del minor prezzo.

Per leggere l'articolo completo clicca qui

Fonte:

www.italiaoggi.it


Ti interessa una formazione sul tema degli appalti?
Ecco il Calendario con i Prossimi Appuntamenti:

 

TORINO: Dal 02 ottobre al 20 novembre (tutti i martedì) presso la Sala Conferenze del Grattacielo Lancia Via V. Lancia 27 Programma del Corso - Previsti 48 Crediti Formativi Professionali per gli Ingegneri.
AOSTA: Dal 17 ottobre al 5 dicembre - Sede in via di definizione Programma del Corso

 





Valid XHTML 1.0! Valid CSS! RSS Linkomm - SEO Web Agency Torino Customizer