News

L'offerta bassa non necessariamente è anomala

Federica Dascoli

L'offerta non è automaticamente anomala se risulta inferiore al valore delle tabelle ministeriali: occorre che vi siano discordanze considerevoli ed ingiustificate. Lo afferma in una sentenzaConisglio di Stato, Sez. III, del 13 marzo 2018 n. 1609in merito alla verifica dell'anomalia di un'offerta concernete un appalto (servizi di vigilanza) con il criterio del prezzo più basso.
I giudici precisano che nelle gare pubbliche la verifica dell'anomalia dell'offerta è finalizzata alla verifica dell'attendibilità e della serietà della stessa ed all'accertamento dell'effettiva possibilità dell'impresa di eseguire correttamente l'appalto alle condizioni proposte.
L'articolo completo

Fonte (italiaoggi.it)