News

I corsi di formazione per la sicurezza sul lavoro: cosa sono, a cosa servono, come funzionano

Synetich Srl

 



La formazione sulla sicurezza è obbligatoria per tutti i lavoratori, come stabilito dal D.Lgs 81/08 e ribadito dall'Accordo Stato-Regioni del 7 luglio 2016, che modifica e integra le norme dell'Accordo del 2011.

 

Al tempo stesso è anche un diritto dei lavoratori essere informati sui possibili rischi sul lavoro, essere istruiti sull'utilizzo delle attrezzature e conoscere le procedure di prevenzione dell'azienda.

Infatti solo i lavoratori che hanno acquisito un insieme di conoscenze e competenze adeguato possono essere in grado di gestire e risolvere le situazioni di emergenza.

 

Perciò il datore di lavoro ha l'obbligo di formare, informare e addestrare i propri dipendenti sulla sicurezza; il lavoratore ha l'obbligo di partecipare ai programmi di formazione sulla sicurezza, che deve avvenire durante l'orario di lavoro e non può comportare oneri a carico del lavoratore.

 

Vediamo ora perché è così importante la formazione sulla sicurezza sul lavoro e come sono articolati i corsi rivolti alle varie figure professionali.


Perché è necessario fare formazione sulla sicurezza

 


Errare è umano, è sempre possibile sbagliare anche svolgendo il proprio lavoro. L'errore si verifica nel momento in cui il lavoratore attua una condotta differente da quella corretta e validata, mettendo a rischio sé stesso e i colleghi. Le misure di prevenzione degli infortuni sul lavoro hanno lo scopo di evitare l'errore umano nel contesto lavorativo. È fondamentale quindi garantire a tutti i lavoratori, preposti, responsabili e dirigenti, una formazione adeguata sull'importanza delle norme di sicurezza, che spesso vengono sottovalutate per poca attenzione.

 

1. La formazione non è un costo ma un investimento

 

Ogni lavoratore è una risorsa importante per l'azienda, per questo deve essere tutelato dai rischi che può incontrare svolgendo la sua mansione. La mancanza di un'adeguata formazione sulla sicurezza può comportare delle conseguenze gravose per l'azienda: infortuni, periodi di assenza, interruzione delle attività, danni economici, sanzioni penali. I corsi sulla sicurezza servono a rendere i lavoratori più consapevoli dei rischi e più preparati ad affrontarli, diminuendo le probabilità di infortuni e incidenti sul lavoro.

2. È un diritto e dovere del lavoratore

 

La formazione sulla sicurezza serve anche a rendere il lavoratore consapevole dei propri diritti e doveri. Conoscere i propri diritti è il primo passo per saper riconoscere e denunciare le situazioni di rischio in azienda. Il lavoratore che comprende l'importanza di segnalare al titolare le situazioni dubbie, tutela sé stesso e anche i colleghi, rendendo il posto di lavoro un luogo più sicuro per tutti.

 

3. Previene gli infortuni

 

Solo chi conosce il rischio lo evita: anche le mansioni più semplici possono nascondere dei rischi, la consapevolezza del lavoratore è la base per prevenire gli incidenti.

Per le mansioni "ad alto rischio di infortuni" è prevista una formazione ad hoc sull'utilizzo dei Dpi, i Dispositivi di Protezione Individuale.

 

4. Aumenta la competitività dell'azienda

 

La formazione continua dei lavoratori inoltre è importante perché aiuta a mantenere alto il livello di competenza dell'azienda nel suo insieme. Il lavoratore che riceve corsi di aggiornamento periodici può accrescere le proprie competenze professionali e si sentirà sempre più motivato a dare il meglio sul lavoro.



I corsi di formazione per la sicurezza dei lavoratori

 


La formazione sulla sicurezza è obbligatoria per tutti i lavoratori, non solo i dipendenti ma anche i preposti e i dirigenti.

Il programma del corso generalmente comprende l'apprendimento dei rischi in ambito aziendale; approfondimenti sui rischi legati alle mansioni specifiche; la conoscenza dei diritti e doveri di lavoratori, responsabili e dirigenti; la conoscenza delle procedure e delle misure per gestire le emergenze.

 

La formazione deve avvenire all'inizio del rapporto di lavoro o del cambiamento di mansione, oppure nel momento in cui vengono introdotti nuovi macchinari e nuove procedure lavorative. La legge prevede che il datore di lavoro si occupi di fornire ai dipendenti una formazione sulla sicurezza in linea con le loro competenze linguistiche, che sia quindi comprensibile anche per i lavoratori stranieri.

 

Spieghiamo ora brevemente in cosa consiste la formazione sulla sicurezza e come funzionano i corsi di aggiornamento per ogni categoria professionale.

Il corso base sulla sicurezza sul lavoro si articola in due parti e prevede:

 

  • un modulo di formazione generale: ha durata di 4 ore ed è uguale per tutti i settori Ateco. La partecipazione costituisce un credito di formazione permanente, cioè che rimane per tutta la vita professionale del lavoratore.
  • un modulo di formazione specifica: riguarda i rischi riferiti alle mansioni specifiche, le procedure di prevenzione e protezione tipiche del settore o del comparto dell'azienda. Gli argomenti non sono uguali per tutti, ma ogni azienda adegua il programma alle attività specifiche svolte dai propri lavoratori e affronta le problematiche che tipicamente caratterizzano il settore aziendale.




A differenza del modulo di formazione generale, che è valido per tutta la carriera del lavoratore, per la formazione specifica è necessario seguire dei corsi di aggiornamento periodici. La durata della formazione specifica varia in base ai settori, ovvero alla tipologia di rischio individuato per ogni settore:

 

Professioni a rischio basso:

  • Appartengono a questa categoria le attività commerciali, ristoranti, bar, alberghi, mercanti, piccoli artigiani.
  • La formazione consiste in 4 ore di formazione generale + 4 ore di formazione specifica riguardante il settore di appartenenza.
  • É richiesto un aggiornamento ogni 5 anni, di minimo 6 ore.

 

Professioni a rischio medio:

  • Questa categoria comprende i settori agricoltura, trasporto, sanità, istruzione, pubblica amministrazione.
  • Sono richieste 4 ore di formazione generale + 8 ore di formazione specifica riguardante il settore di appartenenza.
  • Si prevede un aggiornamento ogni 5 anni, di minimo 6 ore.

 

Professioni a rischio alto:

  • Riguardano i lavoratori dell'edilizia, dell'industria, le attività minerarie, le attività manifatturiere.
  • Il corso si articola in 4 ore di formazione generale + 12 ore di formazione specifica riguardante il settore di appartenenza
  • Aggiornamento corso ogni 5 anni, di minimo 6 ore.

 

Qui potete trovare la classificazione delle aziende in base al livello di rischio:

http://www.mariobassoconsulting.it/blog/normativa/formazione-lavoratori-classificazione-rischio-codice-ateco-e-individuazione-macro-settore-di-appartenenza

 

Qui una tabella esaustiva sulla durata dei corsi per ogni categoria professionale:

https://www.vegaformazione.it/pdf/Sicurezza_Lavoro_Obblighi_Formativi.pdf



Formazione sicurezza per le altre figure professionali

 


Corsi per RSL

 

Il Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RSL) ha diritto ad una formazione particolare in materia di sicurezza, poiché deve possedere delle conoscenze adeguate circa i rischi lavorativi esistenti negli ambiti in cui esercita la propria rappresentanza.

Il corso per RSL quindi affronta le principali tecniche di controllo e prevenzione dei rischi, approfondisce la legislazione generale e speciale in materia di salute e sicurezza sul lavoro, gli aspetti giuridico-legislativi riguardanti i lavoratori e le tecniche di comunicazione.

La durata minima dei corsi per RSL è di 32 ore.

 

I corsi di aggiornamento per RSL hanno cadenza annuale e una durata che varia in base al numero dei dipendenti:

  • 4 ore fino a 50 dipendenti
  • 8 ore oltre i 50 dipendenti


I contenuti dei corsi di aggiornamento vertono su approfondimenti in materia di sicurezza dei lavoratori, che possono riguardare le misure antincendio o la prevenzione degli infortuni sul lavoro.

 

 

Corsi per RSPP e ASPP

 

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP) e L'Addetto al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP) sono le figure designate dal datore di lavoro che coordinano il servizio di prevenzione e protezione dai rischi. Essi si occupano di individuare i fattori di rischio esistenti, elaborano delle misure preventive e protettive per la sicurezza dell'ambiente di lavoro, forniscono informazioni specifiche ai lavoratori sui rischi potenziali e sulle misure di prevenzione da adottare.

 

La durata del corso per RSPP e ASPP dipende da livello di rischio individuato nell'azienda:

 

Corso per RSPP rischio basso:

  • il corso base ha durata minima di 16 ore
  • ogni 5 anni corso di aggiornamento di 6 ore

 

Corso per RSPP rischio medio:

  • il corso base ha durata minima di 32 ore
  • ogni 5 anni corso di aggiornamento di 10 ore

 

Corso per RSPP rischio alto:

  • il corso base ha durata minima di 48 ore
  • ogni 5 anni corso di aggiornamento di 14 ore.

 

Corsi per preposti

 

Il preposto è la figura che affianca il datore di lavoro nel controllo dell'applicazione delle direttive ricevute (capo-sala, capo-officina, capo-reparto...). Egli deve assicurarsi che i lavoratori eseguano correttamente le procedure richieste in materia di sicurezza durante le fasi lavorative e garantire l'attuazione delle misure di prevenzione.

 

La formazione per i preposti consiste in un corso base sulla sicurezza pari a 8 ore, con aggiornamento ogni 5 anni della durata di minimo 6 ore.

 

 

Corsi per dirigenti aziendali

 

I dirigenti devono possedere una formazione specifica sulla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, come previsto dal D.Lgs. 81/08 e ribadito dall'Accordo Stato Regioni del 7 luglio 2016.

 

Il corso "Sicurezza dirigenti sul lavoro" tratta le novità in materia di salute e servizi di sicurezza dal punto di vista giuridico e normativo, affronta le modalità di gestione della sicurezza in azienda e i modelli di organizzazione e gestione dei rischi.

 

Il corso base per dirigenti ha durata di 16 ore, prevede aggiornamenti ogni 5 anni della durata di 6 ore.



Corso Sicurezza Aggiornamento

 

 

La formazione sulla sicurezza è obbligatoria per tutti i lavoratori, tuttavia la partecipazione al solo corso base non è sufficiente di per sé. La legge prevede che periodicamente i lavoratori seguano dei corsi di aggiornamento, per integrare le conoscenze già acquisite con le nuove disposizioni e restare informati sui nuovi sistemi di sicurezza.

 

I corsi di aggiornamento quindi non devono riproporre gli argomenti già trattati nel corso base, ma concentrarsi su evoluzioni e innovazioni, applicazioni pratiche e approfondimenti.

 

Il corso di aggiornamento sulla sicurezza ha una durata fissata a 6 ore, il contenuto riguarda:

  • aggiornamenti tecnici sui rischi per i lavoratori e sulle misure di prevenzione:
  • approfondimenti giuridico-normativi, con particolare attenzione alle norme che sono cambiate nei 5 anni precedenti l'ultimo aggiornamento;
  • aggiornamenti sulle procedure organizzative e di gestione dei rischi in azienda.


I corsi di aggiornamento devono essere predisposti considerando il programma che è già stato seguito nel corso base e le particolarità dell'azienda, in modo da fornire ai lavoratori delle informazioni aggiornate e utili.

 

 

Come partecipare ai corsi di aggiornamento Sicurezza

 


I corsi possono essere svolti direttamente presso l'azienda, nella sede dell'ente formatore che fornisce il corso oppure online in modalità e-lerning.

 

Synetich è un Ente di Formazione Accreditato Presso la Regione Piemonte che dispone di un ampio catalogo di corsi di Formazione sulla sicurezza, oltre a corsi di Alta Formazione sulle tematiche relative all'acquisizione di specifiche competenze.

 

Synetich può sostenere le imprese in tutte le fasi dell'attività formativa, dalla scelta del percorso formativo più adatto alla tipologia e alle necessità dell'azienda, all'erogazione dei corsi in aula o sul posto di lavoro con valore certificativo.

 

Clicca qui per leggere l'elenco dei corsi sulla sicurezza:

http://www.synetich.com/pagine/dati-azienda/Formazione/ca_368.html

 

 

Sanzioni

 

La mancata o non corretta formazione viene considerata una grave violazione per il datore di lavoro, perciò comporta delle pesanti sanzioni.

  • Mancata formazione / informazione dei lavoratori: multa fino a 5.200 € o arresto fino a 4 mesi.
    Se la mancata formazione riguarda più di 5 lavoratori, la sanzione raddoppia, se sono coinvolti più di 10 lavoratori, la sanzione viene triplicata.
  • Mancata nomina di un RSPP: multa fino a 6.400 € o arresto fino a 6 mesi.
  • Illeciti commessi in caso di infortuni gravi: multa fino a 1.500.000 € o 1 anno di reclusione.



Scritto da Synetich, 9 gennaio 2019



Link utili


Società organismi di attestazione (SOA)

https://it.wikipedia.org/wiki/Società_organismi_di_attestazione

 

Guida al sistema di qualificazione negli appalti di lavori pubblici

http://www.attestazionesoa.info/Guida_Sintetica.htm

 

Alcune riflessioni sulla formazione alla sicurezza sul lavoro

https://www.puntosicuro.it/sicurezza-sul-lavoro-C-1/tipologie-di-contenuto-C-6/informazione-formazione-addestramento-C-56/alcune-riflessioni-sulla-formazione-alla-sicurezza-sul-lavoro-AR-16439/

 

Infortuni e malattie professionali, online gli open data Inail dei primi 11 mesi del 2018

https://www.inail.it/cs/internet/comunicazione/sala-stampa/comunicati-stampa/com-stampa-open-data-novembre-2018.html

 

Formazione in house presso la Pubblica Amministrazione

https://www.promopa.it/alta-formazione/formazione-house-pubblica-amministrazione.html

 

Scopri i corsi di formazione online e in aula dedicati alla Pubblica Amministrazione legati al tema degli appalti e contratti pubblici

https://formazione.maggioli.it/pubblica-amministrazione/appalti-e-contratti-pubblici.html

 

Tecnica Area Formazione – Offerta formativa – Appalti. Opere pubbliche e contratti pubblici

http://areaformazione.legislazionetecnica.it/offerta-formativa/appalti,-opere-pubbliche-e-contratti-pubblici

 

Sistema di gestione per la qualità ISO 9001:2015. A chi è rivolto il servizio?

https://www.certiquality.it/prodotto/dettaglio-prodotto/ISO-90012015