News

Buia (Presidente Ance): "Il Codice Appalti non ha funzionato."

Federica Dascoli

"Siamo stanchi di sterili polemiche sul Codice appaltiche vedono i costruttori come unici detrattori di questa riforma",dichiara ilPresidente dell'Ance, Gabriele Buia."L'ex ministroDelrio sa benechel'Ance ha sposato sin da subito i principi della legge delegasul Codice, approvata dal Governo Renzi, che dovevaintrodurrenel mercato dei lavori pubblicicriteri di efficienza e di trasparenza: cosa che non èancora avvenuta". "Tant'è che lo stessolegislatore" -prosegue Buia -"è dovuto intervenire più volte concedendo numerosederoghe al Codiceper riuscire a realizzare le opere in tempo utile".
Inoltrel'inefficienza della macchina amministrativa, unita aprocedure farraginosee al"caos normativo"chiamato in causa proprio ieri anche dal Presidente della Corte dei Conti, Buscema, come uno dei fattori che contribuiscono al proliferare della corruzione "sono i veri mali di questo Paese che abbiamo tutti il dovere di combattere,senza cercare facili capri espiatori", prosegue Buia che aggiunge: "Per capire quante e quali difficoltà un imprenditore edile deve affrontare invito l'On. Delrio a trascorrere qualche giorno insieme a me in cantiere".
E' dunque parere condiviso da tutta la filiera delle costruzioni, dagli amministratori pubblici e dalla stessa Anac, continua il Presidente Ance, "chealcuni istituti del Codice debbano essere rivistiper evitare le distorsioni e le inefficienze che si sono riscontrate negli ultimi due anni e che altridebbano essere velocemente attuati,tra cui l'albo dei commissari di gara e la qualificazione delle stazioni appaltanti. Altri ancora riteniamo che vadano profondamente ripensatiper evitare ulteriori disfunzioni".
"La campagna elettorale è finita eppure in queste ore stiamo assistendo a un dibattito che invece di contribuireadaccelerare il percorso di modifica e l'individuazione di nuove soluzioni,a cui stanno lavorando Governo e Anac, non fa che aizzare lo scontro"."L'auspicio - conclude Buia -è che questo lavoro possa produrre in tempi brevi risultati concreti in termini dicrescita economica e lotta alla corruzione".


Fonte:
www.ance.it