News

Bandi, troppi partecipanti? Si tira a sorte

Federica Dascoli

Come invitare 10 offerenti per una gara d'appalto se ci sono 104 richieste di partecipazione? Semplice: utilizzando l'estrazione del Lotto di oggi. Si è regolata così la centrale di acquisiti della regione Basilicata (Cebas) in relazione a un bando (per 32.000 euro di importo a base di gara) per l'affidamento con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa di servizi tecnici per i lavori di ristrutturazione del pronto soccorso ostetrico presso l'azienda ospedaliera regionale «San Carlo» di Potenza. Un bando evidentemente di un certo interesse se l'amministrazione ha ricevuto richieste di invito da oltre 100 operatori economici, ben oltre il numero di quelli da invitare alla successiva negoziazione (fissato in dieci unità). A questo punto, essendo l'incarico di importo inferiore a 100.000, in base alle indicazioni Anac, si potevano scegliere gli invitati utilizzando «modalità di scelta oggettive non discriminatorie e proporzionali», oppure procedendo al sorteggio. La stazione appaltante evidentemente non ha individuato un criterio oggettivo e quindi, abdicando all'esercizio della discrezionalità amministrativa propria di ogni amministrazione, ha optato per il sorteggio. Ma qui viene il bello, se così si può dire: per effettuare il sorteggio dei 10 offerenti nel modo più causale possibile e a prova di qualsiasi possibile eccezione, si provvede all'abbinamento dei concorrenti ai numeri che saranno estratti oggi al Lotto sulle ruote delle classiche undici città, da Bari a Venezia. Il tutto con un meccanismo complicato di abbinamento dei numeri con i quali sono state contrassegnate le richieste di invito ai 55 numeri che oggi verranno estratti.

Potrebbe peraltro non finire tutto oggi perché, nell'ipotetico caso in cui i 55 numeri delle ruote dovessero risultare insufficienti a individuare i 10 operatori economici da invitare, la stazione appaltante ha già avvertito che il completamento dell'elenco invitati avverrà utilizzando l'estrazione del lotto di sabato 21 aprile. Nulla da eccepire sulla legittimità, anche se bisognerà poi vedere la qualità degli offerenti sorteggiati.

Fonte:
www.italiaoggi.it